33.2 C
Bassano
30 Luglio 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

127 giorni di permesso per assistere i familiari, ma andavano al bar e alle sale slot

Una complessa indagine dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Vicenza si è conclusa con il rinvio a giudizio di due dipendenti infedeli della Camera di Commercio, che per anni hanno abusato della legge sui disabili, usufruendo illecitamente dei tre permessi mensili previsti dalla normativa per assistere propri familiari. In realtà venivano utilizzati come ordinari giorni di ferie per espletare attività personali che nulla avevano a che vedere con l’assistenza a persone disabili.

I due dipendenti della Camera di Commercio, L.G. e M.C., sono stati denunciati per truffa ai danni dello Stato e dell’Ente previdenziale INPS. Le somme indebitamente percepite dai due dipendenti per i giorni di permesso ottenuti (72 i un caso, 55 nell’altro) ammontano a un totale di quasi 19 mila euro.

Oltre a villeggiatura al mare o commissioni private, durante i permessi frequentavano centri commerciali, esercizi pubblici, mercati rionali, bar, ed è capitato di trovarli anche in sale slot della provincia.

 

Articoli correlati

Perde il controllo dell’auto, che ruzzola nel pendio

Redazione

A fuoco il tetto di un’abitazione

Redazione

Ha rubato 325 chili di filo d’acciaio per i vigneti: trovato e denunciato

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più