22.5 C
Bassano
26 Luglio 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Al castello superiore niente auto e un ascensore alto 20 metri

MAROSTICA. Qualificare il Castello Superiore dal punto di vista architettonico e ambientale, valorizzarlo a livello turistico. Questo il principio che ha guidato il progetto di ristrutturazione del Castello Superiore che, dopo anni di rinvii, prende il via il 28 ottobre prossimo. Ci saranno il ritorno al disegno della facciata originaria e interventi di fruizione, per un totale di 1.370.000 euro.

La prima fase dei lavori riguarda la ristrutturazione del ristorante nel cortile del Castello Superiore, chiuso dalla scorsa primavera, per il quale ci sarà un nuovo bando per la gestione all’inizio del 2020. I lavori, per un totale di 670.000 euro, prevedono l’adeguamento impiantistico ed igienico-sanitario sui locali esistenti, allo scopo di un generale riordino e riorganizzazione degli attuali spazi. Sotto il profilo architettonico, il progetto propone un ritorno all’immagine originaria del fabbricato, rendendo riconoscibili le diverse epoche costruttive, ma soprattutto riportando la primaria funzione di belvedere, con terrazzamenti al primo piano, un nuovo pergolato, uno spazio di accoglimento con bar, in vista dell’aumento dei visitatori del Castello.

Nella seconda fase di lavori sarà reso pedonale il cortile del Castello, eliminando l’accesso e la sosta delle automobili. L’idea è quella di creare una passeggiata panoramica, con l’ampliamento del parcheggio del Museo Ornitologico e con la realizzazione di un ascensore che copra il dislivello di 20 metri, ulteriore motivo di attrazione del sito. Il parcheggio del Museo, che conta oggi 20 posti auto, sarà ampliato di ulteriori 20 posti ricavati nel lotto comunale a monte. L’accesso al Castello potrà quindi avvenire a piedi attraverso l’attuale via di risalita oppure utilizzando l’ascensore panoramico a poca distanza, che offrirà una nuova e suggestiva veduta della città e dell’ambiente circostante. Questa seconda fase dei lavori prevede un investimento di 700.000 euro e partirà nei primi mesi del 2020, dopo l’assegnazione del bando di gestione e durante la fase di allestimento interno da parte del nuovo gestore.

Articoli correlati

La musica incontra la storia nelle trincee del Grappa

Redazione

Popolare di Vicenza: nuovi rinvii a giudizio per ostacolo alla vigilanza

Redazione

Autovelox: i controlli previsti questa settimana sulle strade bassanesi

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più