17.8 C
Bassano
14 Maggio 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Al via i lavori di sistemazione del nuovo polo vaccinale del Bassanese

Sono iniziati il 26 aprile i lavori di riqualificazione dell’immobile che diverrà la nuova sede per le vaccinazioni anti-Covid a Bassano del Grappa, con un bacino di utenza potenziale di circa 120.000 persone.

Tutto questo è stato reso possibile grazie alla collaudata collaborazione tra la Direzione dell’ULSS 7 Pedemontana, OTB Foundation e la società Pengo. Un grande esempio di sinergia tra il settore pubblico e quello privato che si uniscono in un momento di grande difficoltà generato dalla pandemia per contrastare la diffusione del virus e per il bene dell’intera comunità.

L’immobile (14.000 m2 di superficie, di cui 5.000 coperti) è di proprietà della Pengo, che lo ha messo gratuitamente a disposizione dell’ULSS 7 Pedemontana. Ad iniziare da oggi, una squadra di professionisti portata da OTB Foundation lavorerà a ritmi serratissimi, sette giorni su sette, per portare a conclusione il progetto e rendere l’immobile funzionale in poche settimane. Il piano lavori prevede l’impiego di un team di 10 persone al giorno, per 18 giornate. Si stima il 10 maggio come data per portare a termine l’intervento e iniziare la somministrazione dei vaccini attraverso 14 postazioni per un totale potenziale di circa 4.000 dosi al giorno.

La prima parte dei lavori si concentrerà sul ripristino dell’impianto elettrico, danneggiato negli scorsi anni da un atto vandalico, poi si passerà alla riattivazione dei servizi igienici, alle opere di pulizia interna ed esterna all’immobile, alla tinteggiatura, alla gestione dell’area accettazione, del box per anamnesi e inoculazione, dell’area osservazione post vaccino, delle postazioni di lavoro del personale sanitari, degli impianti di climatizzazione e riscaldamento con l’ausilio di macchinari a noleggio.

“Questo progetto è un bellissimo esempio di integrazione e collaborazione tra azienda socio-sanitaria, tessuto economico e mondo del non profit – sottolinea Carlo Bramezza, Direttore Generale dell’ULSS 7 Pedemontana -. Ancora una volta ringrazio la famiglia Pengo e OTB Foundation per la loro generosità, ma anche per la velocità con cui hanno manifestato la loro disponibilità, perché la campagna di vaccinazione è anche una corsa contro il tempo e ogni giorno guadagnato significa più persone protette dal virus e meno contagi. Inoltre, con l’incremento delle dosi che ci saranno consegnate già dai prossimi giorni questo nuovo hub assume un’importanza strategica per sfruttare tutto il potenziale di vaccinazione che avremo a disposizione”.

“In questa fase cruciale per il futuro come speriamo tutti, OTB Foundation è orgogliosa di poter continuare a sostenere la nostra comunità supportando la creazione del più grande ‘hub’ vaccinale locale con 14 postazioni attive. La nostra Fondazione sarà parte attiva di questa iniziativa e come sempre accade, nell’emergenza non ci limitiamo al sostegno economico per la sistemazione dei locali in tempi rapidi, ma siamo pienamente coinvolti nel progetto con i nostri tecnici con l’obiettivo di ottimizzare risorse e tempi”, commenta Arianna Alessi, vicepresidente di OTB Foundation. “La Fondazione OTB fornirà inoltre più di 100 volontari tra i dipendenti del gruppo OTB, che dopo una precisa formazione fornita dall’ULSS7, aiuteranno in tutte le attività di registrazione al percorso vaccinale a fianco del personale sanitario. Ringrazio tutti i partner tecnici coinvolti e i dipendenti che si sono resi disponibili per aver dimostrato tanta prontezza e concretezza in questo importante progetto a sostegno della nostra Comunità. Fiduciosi che le squadre di professionisti coinvolti (DOMO 197 SRL) faranno tutto il possibile per portare a termine i lavori anche prima dei tempi prestabiliti.”

“Il legame con il nostro territorio è un valore al quale la nostra famiglia si è sempre ispirata, e che ha guidato anche le scelte della Pengo. Visto il momento che stiamo attraversando, con grande entusiasmo abbiamo colto quest’occasione per dare un aiuto concreto alla popolazione del Bassanese”, spiega Umberto Pengo, Amministratore Delegato della società. “Quando abbiamo saputo che la superficie ‘ex Eurobrico’ aveva le caratteristiche per diventare il nuovo centro vaccinale, non abbiamo esitato a metterla a disposizione dell’ULSS 7 Pedemontana, aggiungendo anche un contributo economico. Faremo di tutto per mettere in funzione il centro al più presto, con l’auspicio che una sinergia come quella che si è creata a Bassano possa essere d’esempio anche in altre realtà”.

Il d.g. dell’Ulss 7, Carlo Bramezza, assieme a Umberto Pengo

Articoli correlati

Gli spartiti musicali americani della grande guerra

Redazione

Nudo a Monte Berico

Redazione

Condominio saturo di gas: tragedia sfiorata a Vicenza

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più