12.6 C
Bassano
27 Novembre 2020
Senza categoria

Cecità, cardiopatie, menomazioni mentali: tutto falso, e scatta il sequestro

I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza hanno dato esecuzione ad un sequestro preventivo emesso dal tribunale, cautelando somme di denaro ed un bene immobile nella disponibilità di tre stranieri (J.B., di anni 66; J.R., di anni 40; J.M., di anni 69) appartenenti al medesimo nucleo familiare e percettori di pensione di invalidità.
Il reato è truffa aggravata.
I tre percepivano pensioni di invalidità civile erogate dall’INPS e altri emolumenti da altri enti pubblici, a fronte di patologie gravemente invalidanti: cecità assoluta, cardiopatia e menomazioni mentali, tali da impedire, almeno all’apparenza, lo svolgimento di qualsiasi auestrottività lavorativa da parte dei tre indagati.
Pedinamenti, sopralluoghi, acquisizioni di informazioni e l’analisi delle cartelle cliniche hanno messo di evidenza l’incoerenza tra le patologie lamentate dai tre soggetti e il quotidiano stile di vita.
Di qui la richiesta di applicazione di misure cautelari reali volte a bloccare, mediante sequestro, l’indebito profitto percepito a partire dal 2015.
Il sequestro preventivo, che ha investito i conti correnti e quote di immobili, ammonta ad un valore pari ad oltre 90.000 euro.
I militari della Guardia di Finanza di Vicenza hanno rilevato, inoltre l’esistenza di un trust in cui erano confluiti una serie di fabbricati di proprietà di uno degli indagati al fine di sottrarlo al patrimonio sequestrabile.

Articoli correlati

Wifi pubblici: Bassano tra i vincitori del bando europeo

Redazione

Incidente sul lavoro: operaio incastrato su un nastro trasportatore

Redazione

Arrestato un ventenne che spacciava agli studenti, armato di coltello e scacciacani

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più