3.7 C
Bassano
3 Dicembre 2020
Castelfranco Cronaca Cronaca Castelfranco

Cent’anni dopo: Castelfranco ricorda l’eroe Puliè

CASTELFRANCO. Il vicesindaco Gianfranco Giovine ha partecipato a Santo Stefano di Cadore alla cerimonia commemorativa nei 100 anni della fine della Grande Guerra a ricordo di Bortolo Puliè, il soldato del paese bellunese, medaglia d’argento al valor militare per l’eroica azione compiuta il 26 gennaio del 1918 proprio a Castelfranco Veneto.

Bortolo Puliè classe 1894, soldato della sezione Pompieri d’armata del 7° reggimento Alpini, nel gennaio del 1918 era di stanza a Castelfranco Veneto. Così il ricordo di quegli avvenimenti nella motivazione della medaglia: “Nell’incendio al deposito munizioni dell’Armata francese provocato da un’incursione aerea nemica, per primo accorse sul luogo del sinistro incurante delle violente esplosioni e dei gravissimi pericoli cui si esponeva, riusciva abilmente a soffocare l’incendio che si era propagato ad alcune baracche e vagoni ferroviari pieni di esplosivi e munizioni. Alla sua pronta e valorosa opera è dovuta la salvezza di quei grandi depositi e della stessa Città”.

Una fine beffarda la sua perché perse la vita nel 1933, a soli 39 anni, per un’insolazione avuta nella località eritrea di Massaua, nel mar Rosso, nei territori a quel tempo occupati, dove ora è sepolto.

 

Articoli correlati

Pedoni più sicuri con gli attraversamenti pedonali luminosi

Redazione

Nuovo asfalto in viale Scalabrini: tutti i divieti e i sensi unici previsti

Redazione

Trovato un corpo senza vita nel Brenta

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più