9.1 C
Bassano
20 Ottobre 2021
Attualità Attualità Bassano Bassano

Cesare Bocci e Tiziana Foschi al teatro Remondini con “Pesce d’aprile”

BASSANO. Si rinnova l’appuntamento con la Stagione Teatrale della Città di Bassano del Grappa, che mercoledì 5 febbraio vedrà salire sul palco del Teatro Remondini Cesare Bocci e Tiziana Foschi, (Premiata Ditta) in Pesce d’Aprile, il racconto di un grande amore, quello tra Bocci e la moglie Daniela Spada Bocci, l’amatissimo Mimì Augello del “Commissario Montalbano” porta a teatro un testo fortemente autobiografico, tratto dall’omonimo romanzo scritto da lui stesso insieme a Daniela Spada.
La pieces, di Daniela Spada, Cesare Bocci e Tiziana Foschi, con la regia dello stesso Bocci, e la supervisione di Peppino Mazzotta, è il racconto di un’esperienza di vita reale, toccante, intima e straordinaria di un uomo e di una donna che non si danno per vinti quando all’improvviso il destino sconvolge la loro vita. Il 1 aprile di 20 anni fa, mentre Daniela Spada allattava la sua bambina, nata da poco, viene colpita da ictus post partum, il mondo, la vita cambiano in un attimo.
In scena Bocci recita sé stesso mentre Tiziana Foschi da voce e corpo all’amica Daniela. 
Uno spettacolo vero, lucido, ironico e commovente, in cui i due protagonisti si mettono a nudo svelando le loro fragilità, raccontando come all’improvviso possano crollare le certezze e come si possa risalire dal baratro con caparbietà, incoscienza, tanto amore e voglia di vivere. 
I due autori hanno quindi deciso di mettere da parte la loro ritrosia e condividere il loro personale calvario con un unico obiettivo: donare la propria esperienza come stimolo, incoraggiamento, consolazione per chiunque si trovi in una situazione di sofferenza.
Uno spettacolo che lascia gli occhi lucidi e la risata che prorompe all’improvviso a volte amara, altre volte semplice, spontanea, liberatoria, confermandosi   come un inno alla vita e un momento di riflessione necessario.

Prima dello spettacolo, alle 19.00 la compagnia incontra il pubblico grazie alla seconda tappa di ABBECEDARIO, il progetto di avvicinamento al teatro realizzato in collaborazione tra Operaestate e Color Teatri, nato con l’obiettivo di coinvolgere spettatori di diverse età e di portarli di fronte ai protagonisti del teatro: un incontro volto a stimolare la ricerca di approfondimento, confronto, dibattito e lo scambio.  
Info Ufficio Spettacolo tel. 0424 519819

Articoli correlati

Agguato del truffatore dello specchietto, ma non va a finire come pensava lui

Redazione

Lui scrive “Deisel”, tutti leggono “Diesel”… l’ultima trovata di Rosso

Redazione

Dopo le vessazioni alla vicina aggredisce un carabiniere con un cacciavite e un cavatappi

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più