9.1 C
Bassano
20 Ottobre 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Con menzogne e ricatti si fanno dare 370 mila euro da don Albino Bizzotto

Don Albino Bizzotto, sacerdote 81enne originario di Cassola, fondatore dei “Beati i costruttori di pace” è stato circuito da un gruppo di nomadi, che con varie menzogne si sono fatti consegnare complessivamente 370 mila euro.

Alle prime luci dell’alba più di 70 Finanzieri del Comando Provinciale di Padova hanno dato esecuzione nelle province di Padova, Venezia e Vicenza ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di undici persone di etnia sinti per circonvenzione di incapace e tentata estorsione ai danni del sacerdote.

Sono state eseguite anche decine di perquisizioni anche per i reati di atti persecutori e violazione di domicilio. Le indagini hanno messo in luce una serie di reiterate e insistenti richieste di denaro da parte degli indagati, i quali in due anni si sono fatti consegnare oltre 370 mila euro in contanti e ricarica di carte prepagate, promettendo la restituzione delle somme ricevute.

I Sinti hanno effettuato 14.000 telefonate a don Bizzotto tra i mesi di luglio 2018 e luglio 2020, trascinandolo in un profondo stato di ansia. Accampavano disgrazie familiari, incidenti, vicissitudini giudiziarie per muovere a compassione il prete. Successivamente alla presentazione della denuncia-querela da parte della vittima, ormai senza più un soldo, gli indagati sono passati alle minacce, compresa quella di compiere gesti di autolesionismo.

Articoli correlati

Nuovo primario di ortopedia al San Bassiano

Redazione

L’Eccellenza in vetrina: “remuntada” Cartigliano, Montecchio top, male la Marosticense

Redazione

Nel furgone dei nomadi arnesi da scasso

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più