9.1 C
Bassano
20 Ottobre 2021
Attualità Attualità Bassano Bassano

Dance Out, corpi in trasformazione

BASSANO. Partire dalla danza per aprire una discussione, coinvolgendo il pubblico, attorno al tema del corpo, qualunque esso sia. E’ questo il focus di DANCE OUT, evento che si terrà il 18 maggio alle 21 al CSC Garage Nardini di Via Torino, che vede protagonisti gli artisti Giorgia Nardin e Siro Guglielmi, entrambi coreografi e performer.

Durante la serata il pubblico assisterà a due lavori diversi. Il primo, p!nk elephant di Siro Guglielmi, è la ricerca d’espressione di un corpo in continuo desiderio di trasformazione. In scena una danza leggera e spontanea che promuove la volontà di cambiamento fisico, senza distinzioni di genere e sesso, cercando di oltrepassare una visione del mondo rigidamente dualistica, nel tentativo di portare lo spettatore a riflettere sul ruolo delle aspettative sociali nei confronti del corpo. Aspettative che spesso condizionano le decisioni sulla forma che il corpo debba assumere, e sugli immaginari che caratterizzano i generi e la sessualità.

L’autore e interprete, Siro Guglielmi, classe ’92, compie la sua formazione presso la Scuola del Balletto di Toscana a Firenze, dove ha danzato per l’omonima compagnia, Junior. Ha in seguito danzato per il teatro Maggio Musicale Fiorentino nel progetto Magda, per DanceCyprus, per il coreografo israeliano Itamar Serussi Sahar e per la compagnia del Balletto di Roma. p!nk elephant” è la sua prima creazione, selezionata e promossa nella vetrina del Network Anticorpi XL.

Il secondo lavoro in scena sarà tatik di Giorgia Nardin: un bozzetto, un canovaccio di appunti, con il quale l’artista riflette sul proprio corpo queer, meticcio e diasporico, e sui modi in cui lo sguardo occidentale ha contribuito a forgiarlo, colonizzarlo, confonderlo.

Giorgia Nardin è artista meticcia queer italo-Armena, attiva nei campi della danza e delle arti performative. Il lavoro di Giorgia parte dall’esigenza personale e politica di porre al centro il corpo queer/di colore: il suo primo solo, Dolly, che tratta le molteplici icone legate al corpo femminile, è vincitore di numerosi riconoscimenti e viene presentato in molti contesti italiani ed europei; mentre il suo lavoro All dressed up with nowhere to go è primo tra 20 lavori selezionati dal Network Aerowaves nel 2015. Nel 2017 è artista associata alla compagnia del Balletto di Roma, per la quale crea una versione de L’apres midi d’un faune.

Dopo i due assoli gli artisti condurranno un momento di riflessione e discussione con il pubblico.

Articoli correlati

160 giovani musicisti a Bassano con il Campus delle Arti

Redazione

Week-end in maschera a Rosà

Redazione

Spv: oggi apre il casello Bassano Ovest

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più