28.6 C
Bassano
17 Giugno 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

Due arresti nel giro di poche ore ad Arzignano e Chiampo

ARZIGNANO. Nella giornata di venerdì i carabinieri delle stazioni di Arzignano e Chiampo hanno arrestato due persone per dei reati commessi qualche tempo fa. Nel pomeriggio i militari di Arzignano hanno condotto alla Casa Circondariale di Vicenza Gazmir Moku, 43enne albanese, residente a Montorso Vicentino. L’uomo era già sottoposto al regime degli arresti domiciliari per scontare una pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione per reati in materia di stupefacenti risalenti al dicembre 2016. L’aggravamento della misura è stato deciso dal Tribunale di Sorveglianza di Verona, dopo molteplici segnalazioni da parte dei carabinieri in ordine a ripetute violazioni delle prescrizioni domiciliari. Il 43enne, infatti, più volte non era stato trovato a casa perché solito uscire la mattina senza avere ottenuto alcuna autorizzazione del giudice.

Poche ore prima, anche i carabinieri di Chiampo hanno eseguito un arresto nei confronti di Massimo Pernigotto, 43enne del posto. L’uomo è stato condannato alla pena di 11 mesi e 24 giorni di reclusione, da scontare in regime di detenzione domiciliare, per il reato di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione commesso a Creazzo tra gli anni 2003 e 2007.

Articoli correlati

“Positivo al coronavirus un sub che ha soggiornato in Valbrenta”

Redazione

Il centrodestra fa squadra e lancia la sfida per le elezioni a Bassano

Redazione

Auto nel fossato, deceduta una donna

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più