17.8 C
Bassano
14 Maggio 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

Fatture false e costi fittizi: sequestrati i beni a un’imprenditrice

La Guardia di Finanza di Vicenza ha sequestrato beni per 755.000 euro a carico della titolare di una ditta individuale di Villaverla operante nella fabbricazione di articoli di pelletteria. Si tratta di una cinese di 53 anni domiciliata a Thiene. La ditta opera su commesse assegnate da parte di botteghe e industrie della filiera del pellame vicentine.

Gli alert di rischio delle banche dati della Guardia di Finanza avevano evidenziato forti anomalie a carico della ditta cinese. La titolare aveva indicato nelle dichiarazioni dei redditi dal 2014 al 2017 costi fittizi derivanti da fatture per operazioni inesistenti per quasi 1,1 milioni di euro di imponibile e 300.000 euro di Iva.

Le fatture erano state emesse in accordo con altre imprese di cinesi, di fatto prive di strutture operative, che presentavano formalmente gli stessi dipendenti della ditta verificata ed emettevano addirittura fatture manoscritte con la stessa grafia dell’indagata. Insomma, era sempre lei.

Il sequestro eseguito ha riguardato disponibilità finanziarie depositate su conti correnti della ditta oltre ad un suv Range Rover utilizzato dalla cinese.

 

Articoli correlati

Con l’auto come ariete contro la vetrata di una profumeria

Redazione

Si era data fuoco con la benzina, muore dopo una settimana di agonia

Redazione

Appassionato di ciclismo trovato senza vita lungo la strada

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più