22 C
Bassano
27 Settembre 2021
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino

Fatture false per 1,5 milioni fra il Vicentino e Milano

SANTORSO. La Guardia di Finanza ha sequestrato quattro autoveicoli, quote societarie e due immobili residenziali nel comune di Milano. Il provvedimento, finalizzato alla confisca sino a 350.000 euro, è stato effettuato perché una società con sede dichiarata a Santorso e operante nel settore dell’ottica intratteneva rapporti con imprese in settori del tutto differenti dal proprio.

L’ultimo amministratore dell’impresa vicentina è morto pochi mesi dopo la nomina, non venendo più sostituito, mentre il precedente legale rappresentante era un pensionato milanese settantaquattrenne che, a dispetto dell’età, risulta amministratore di ben 30 società e cooperative.

La società di Santorso, senza dipendenti e inesistente all’indirizzo dichiarato, aveva emesso fatture fasulle per circa 1.350.000 euro di imponibile ad oltre 285.000 euro di Iva a favore di una cooperativa e di un’impresa di autotrasporti con sede in Milano e Trezzano sul Naviglio.

I tre indagati – il pensionato e i legali rappresentanti delle due imprese che hanno beneficiato delle fatture false – hanno quindi ricevuto il controllo delle Fiamme Gialle scledensi che, oltre a perquisire le loro abitazioni e le sedi delle imprese, hanno apposto i sigilli ai beni aziendali ed a quelli personali.

Intanto la società cartiera scoperta è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Vicenza in considerazione di debiti tributari mai pagati per circa 800.000 euro.

Articoli correlati

Cinque feriti per i botti nel Vicentino

Redazione

Il programma settimanale di attivazione degli Autovelox

Redazione

Ponte degli alpini: si riparte

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più