5.5 C
Bassano
24 Novembre 2020
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino In Evidenza

Hacker mette a segno una maxi truffa ai danni di un’azienda vicentina

BREGANZE. Una truffa da 68 mila euro, orchestrata e messa a segno con un paio di click sulla tastiera. Questo è il risultato di una vicenda iniziata la scorsa estate ma venuta a galla solo negli ultimi giorni, quando i titolari della ditta Faresin building di Breganze hanno sporto denuncia per provare a rintracciare l’hacker che, intrufolandosi nel server di posta aziendale, ha spiato la corrispondenza fra la ditta Faresin e la Impregilo, riuscendo a farsi spedire materiale edile per un valore di 68 mila euro più Iva per poi sparire nel nulla senza pagare.

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, l’hacker sarebbe riuscito a intercettare alcune mail che la ditta vicentina, operante nel settore edile, si era scambiata con la Impregilo, specializzata anche quest’ultima nel settore delle costruzioni e dell’ingegneria. Fingendo di essere un suo emissario, il furfante ha chiesto un preventivo per due forniture: una di puntelli per armature e l’altra per casseforme metalliche. Avendo già avuto rapporti commerciali con quella società, la ditta Faresin ha dato il via libera alla spedizione del materiale in Ungheria, scoprendo troppo tardi che l’ordine non era partito dalla Impregilo.

Articoli correlati

Scomparso da casa al mattino, ritrovato senza vita nel pomeriggio

Redazione

Mangia fiori velenosi, per salvarlo interviene l’elisoccorso

Redazione

Rubano 25 batterie per auto all’ecocentro: arrestati

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più