8.9 C
Bassano
13 Aprile 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

I Cadetti di Budapest accolti dai fanti dove italiani e ungheresi combatterono 100 anni fa

MONTE GRAPPA. In molte zone delle nostre montagne dove cent’anni fa si compì l’immane tragedia della Grande Guerra i Fanti d’Italia onorano annualmente i caduti di qualsiasi nazionalità, con qualsiasi divisa: sull’attenti ascoltando le note di tutti gli inni nazionali.

Una consuetudine condivisa dai Cadetti dell’Accademia Militare Ludovika di Budapest, che ogni anno giungono in Italia per partecipare a questa cerimonia. E’ stato così anche nei giorni scorsi, sul Monte Grappa.

Il programma ha previsto l’arrivo presso Casara Andreon, ex postazioni di artiglieria ed oggi museo a cielo aperto, per l’ora di pranzo che è stato offerto dall’Associazione Provinciale del Fante di Vicenza, quindi l’alzabandiera ed uno scambio di omaggi prima della partenza per Cima Grappa. Al Sacrario, assieme alla delegazione locale dei fanti, è stata deposta una corona d’alloro nel settore austro-ungarico ed una in quello italiano.

Ad accompagnare i Cadetti in questa visita i loro comandanti, il proconsole Lajos Pinter e l’ambasciatore ungherese in Italia. Li hanno accolti i vertici dell’Associazione Nazionale del Fante, le cariche politiche della zona, le sezioni dei fanti e i loro presidenti.

Articoli correlati

La Notte Rossa apre i festeggiamenti in onore della ciliegia di Marostica

Redazione

Vinissage: vino, cibo e musica in villa

Redazione

Incidente sul lavoro: 55enne perde la vita

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più