3.6 C
Bassano
3 Febbraio 2023
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

I pesci dell’acquario-cassonetto saranno rilasciati nel Retrone

VICENZA. Hanno abitato per 132 ore l’acquario-cassonetto creato dallo scultore vicentino Alberto Salvetti, l’installazione river-specific “C’è vita ancora” realizzata per “Acque Comuni” e presentata al pubblico domenica scorsa, 30 settembre, nel Giardino del Teatro Astra.

Ora si preparano a fare ritorno alle acque del fiume Retrone, che costituiscono il loro habitat naturale: si tratta di 29 alborelle, 5 scardole, 2 tinche, 2 anguille, 3 barbi, 1 cavedano, 2 persico reale, 2 carpe, 3 carpe a specchi e 1 luccio.

Il rilascio sarà effettuato sabato 6 ottobre alle 9. 

Gli esemplari delle specie alloctone che abitano due dei tre cassonetti-acquario (6 persico trota, 1 persico sole e 2 pesci gatto, originari dell’America settentrionale e centrale, e 1 pesce siluro, 1 carassio dorato – altrimenti detto ‘pesce rosso’ – 5 carassi, 2 cobite e 2 rodeo amaro, originari dell’Europa orientale e dell’Asia ma tutti presenti nei nostri fiumi) non potranno essere rilasciate nel Retrone ma faranno ritorno alla Piscicoltura Menozzi, che si dedica al rilascio di fauna ittica autoctona per sostenere la biodiversità nei fiumi italiani e che li aveva trasportati a Vicenza il giorno stesso dell’inaugurazione dell’opera.

Articoli correlati

Ladri alla Tnt Traco: via gli scatoloni con le bici

Redazione

Tamponi gratuiti a Bassano, Asiago e Santorso

Redazione

Scivola e si rompe il bacino andando a mirtilli

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più