13.1 C
Bassano
14 Maggio 2021
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino

La statua dall’origine misteriosa trova posto in chiesa

SCHIO. Una statua di S. Antonio dalla storia misteriosa è stata riposizionata nel chiostro della Chiesa di S. Francesco, in una nicchia a muro che è stata risistemata per l’occasione.

La statua, che riporta la dicitura PGR (per grazia ricevuta) è sicuramente frutto di  una donazione fatta alla Chiesa ed era stata rinvenuta un paio di anni fa sistemando alcune armadiature a muro, assieme a reliquiari lignei e basi portapalma.

Non si sa dove fosse anticamente collocata (in chiesa c’è una statua “gemella”di Romano Cremasco raffigurante San Francesco, sempre PGR).

Ora la nicchia è stata “messa a nuovo”  grazie ad una proposta di Renzo Matino e dotata di una porta vetrata, in modo che i frequentatori dei chiostri e della chiesa possano vederla.

Da quando la chiesa di San Francesco è aperta alle visite grazie al volontariato dell’associazione Daisy, che lì ha la propria sede, i visitatori sono stati quasi 600 (dati marzo-dicembre 2018).

Romano Francesco Cremasco, intagliatore, nasce a Santorso il 23/10/1870. Santorso vanta all’epoca una certa tradizione nell’intaglio del legno, basti pensare ai Dalla Vecchia che lavorarono per il Duomo di Schio.

Trasferitosi a Schio nel 1903, vi muore nel 1943. Ebbe quattro figli, Domenico, Elisabetta, Raffaele e Guido, forse quello che più di tutti seguì le orme paterne come apprezzato scultore.

A Schio si ricordano la sua prima bottega in piazzetta San Gaetano e la successiva in via Milano.

Romano Cremasco lavorava soprattutto per commissione nell’ambito dell’arte sacra: a San Francesco e nel Duomo di Schio si trovano numerosi esempi di statue lignee di santi, crocifissi e madonne, così come in molte chiese venete.

Vanno ricordate a Schio le opere realizzate per il Duomo di S. Pietro, per S. Antonio Abate, per la parrocchiale di Magrè e per la Chiesa di S. Martino.

Articoli correlati

33enne si accascia e muore durante il lavoro

Redazione

I carabinieri di Marostica smantellano un traffico di stupefacenti

Redazione

La Regione acquisisce il controllo di Veneto Strade

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più