5.5 C
Bassano
24 Novembre 2020
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino

Laboratorio non a norma sequestrato dalla Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza ha sequestrato a Santorso un laboratorio tessile gestito da cinesi, terzisti inseriti nella filiera tessile vicentina.
I locali, forniti di circa 20 postazioni di lavoro, non rispettavano i canoni di salubrità, igiene e sicurezza previsti dalla legge. Il laboratorio era sprovvisto di impianto di riscaldamento, le postazioni di lavoro erano anguste e su di esse pendevano neon pericolanti. Gli estintori presenti erano non revisionati. Inoltre la titolare non è stata in grado di esibire alcun Documento di Valutazione dei Rischi. Non è tutto: gli scarti della lavorazione tessile, da trattare obbligatoriamente tramite imprese specializzate, venivano smaltiti al pari dei normali rifiuti urbani.

La titolare è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Vicenza.

I finanzieri hanno trovato nel laboratorio tre cinesi privi di inquadramento contrattuale e contributivo, nonché di permesso di soggiorno. Due di loro hanno tentato la fuga alla vista delle Fiamme Gialle. I clandestini, sottoposti a rilievi foto-dattiloscopici, sono stati rinviati alle valutazioni del Questore di Vicenza per l’emissione del foglio di via.
Uno dei tre irregolari, nel corso degli anni, ha fornito alle autorità quattro diverse generalità e nel 2010 era già stato colpito da un ordine di espulsione

Articoli correlati

Dopo due settimane Laika è stata trovata

Redazione

Fermato perchè guidava col cellulare: i carabinieri gli trovano una pistola in auto

Redazione

“Era lui a mandare in tilt i computer”: tecnico informatico alla sbarra

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più