5.2 C
Bassano
1 Marzo 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Lancia bicchieri contro il marito e non rispetta l’allontanamento: arrestata

Ieri pomeriggio i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa hanno tratto in arresto una donna 43enne rumena per maltrattamenti, lesioni aggravate e minacce gravi in danno del marito, un 80enne del Bassanese.

Il 9 dicembre, poco prima della mezzanotte, il personale del 118, allertato dalla donna stessa, aveva richiesto il supporto dei carabinieri in seguito ad una violenta aggressione fisica verso l’anziano marito, ferito dal lancio di bicchieri in vetro che gli avevano procurato alcune ferite al capo.

I militari si sono trovati di fronte numerose macchie di sangue in vari punti della casa. L’appartamento si presentava in uno stato di incuria inquietante. Ovunque erano presenti blister vuoti di farmaci di vario genere, fra cui psicofarmaci, numerose bottiglie di superalcolici in parte vuote.

La donna era in evidente stato di alterazione da alcolici e psicofarmaci. Aveva colpito il marito con alcuni bicchieri di vetro ferendolo al capo, offendendolo e minacciandolo di morte, anche alla presenza dei carabinieri e dei sanitari.

Già in passato l’anziano, sposato da 9 anni e convivente da 22 anni con la stessa donna, era stato vittima di vessazioni da parte della moglie, insultato con espressioni di profonda umiliazione, sottoposto a continue minacce e più volte picchiato.

Su autorizzazione del Pubblico Ministero i carabinieri hanno proceduto all’allontanamento della donna dalla casa familiare.

Il pomeriggio successivo, tuttavia, nel momento in cui i carabinieri si sono recati nuovamente nell’abitazione dell’anziano, hanno constatato la presenza della moglie, ancora una volta ubriaca, mentre l’uomo era riverso sul letto in stato confusionale. L’anziano è stato soccorso e ricoverato all’ospedale cittadino. La 43enne è tornata in casa in totale violazione ai provvedimenti delle autorità.

Il Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale di Vicenza, dott.ssa Barbara Maria Trenti, su richiesta del sostituto Procuratore di turno, dott.ssa Barbara De Munari, ha emesso a carico della donna la misura cautelare in carcere. Ora si trova nella casa circondariale di Verona Montorio.

L’uomo non ha mai voluto denunciare la moglie, nonostante le continue aggressioni di varia natura subite nel tempo, rifiutando persino di ricorrere alle cure mediche, sperando sempre di riportare alla serenità la sua vita familiare.

Articoli correlati

Precipita con l’auto in un dirupo, morta una donna

Redazione

La matematica non è un’opinione: a vincere è il Da Ponte

Redazione

Sette società alleate per creare il vivaio del Bassano

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più