3.8 C
Bassano
24 Novembre 2020
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino

Non dichiara ricavi per 9 milioni: sigilli alla villa e ai conti correnti

La Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per 3.824.223 euro nei confronti di un 49enne di Breganze. di cui al momento vengono fornite solo le iniziali: P.P.

L’indagine riguarda il fenomeno dell’evasione fiscale internazionale mediante la fittizia residenza estera, nello specifico la Slovenia, dalla quale emergeva l’inconsistenza del luogo indicato sui documenti di consegna dei prodotti e l’assenza di mezzi strumentali o personale.

La ditta intestata alla moglie di P.P. presentava quale unico cliente una società con sede in Slovenia gestita da suo marito, unico socio della stessa, operante nel commercio all’ingrosso di orologi e gioielleria. In realtà tutto era gestito da Breganze.

La ricostruzione dell’effettivo volume d’affari della società esterovestita è stata eseguita sommando agli importi dichiarati in Slovenia, quelli ricostruiti sulla base della documentazione extra-contabile acquisita. Nei confronti della nuova ditta nazionale intestata all’indagato P.P. sono stati constatati, in tal modo, circa 9 milioni di euro di ricavi non dichiarati e un’evasione di IVA per circa 1 milione di euro.

P.P. giustificava i numerosi e ripetuti versamenti in contanti allo sportello bancario con il fatto che si trattasse del pagamento di fatture, in realtà erano gli incassi della vendita  di orologi di lusso pagati per contanti.

P.P. è stato denunciato per avere omesso la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’IVA per gli anni dal 2013 al 2016 e per avere occultato o distrutto documentazione contabile.

Il sequestro ha riguardato denaro depositato su conti correnti, carte prepagate e depositi di risparmio nominativi nonché due unità immobiliari a Breganze, tra cui l’abitazione dell’indagato, una villa di Breganze la cui quota di possesso l’indagato aveva cercato di proteggere cedendola a titolo gratuito alle proprie figlie qualche giorno prima dell’esecuzione del decreto stesso.

Articoli correlati

Spacciatori di cocaina e hashish in manette

Redazione

Distraggono il titolare dell’azienda e se ne vanno con una tonnellata di alluminio

Redazione

Rapinata una sala slot alle 4 di notte

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più