21.3 C
Bassano
12 Luglio 2020
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

“Positivo al coronavirus un sub che ha soggiornato in Valbrenta”

VALBRENTA. Tra i cinque casi di Coronavirus accertati in Abruzzo vi è anche quello di un 48enne che ha soggiornato con la Commissione Nazionale Speleosubacquea del CNSAS a Valstagna (Comune di Valbrenta), dal 21 al 23 febbraio 2020. Lo rende noto il Comune di Valbrenta, con un comunicato a firma del sindaco Ferazzoli. La persona in questione, accertata la positività dopo alcuni giorni dal rientro a casa, si è attivata secondo tutte le procedure che sono state diramate dal Ministero della Salute: attualmente è ricoverata a Pescara in condizioni non preoccupanti.
Lunedì pomeriggio la comunicazione è pervenuta anche al sindaco di Valbrenta che, a sua volta, ha informato i vertici dell’USL 7 per condividere le modalità di intervento. Finora, visto che la situazione è sotto controllo, le attenzioni da mantenere sono quelle già espresse nell’ultimo decreto, e cioè: “Sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse; sospensione, sino all’8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonché degli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale; l’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti; svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub a condizione gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro; apertura delle attività commerciali condizionata all’adozione di misure organizzative tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la
distanza di almeno un metro tra i visitatori; privilegiare, nello svolgimento di incontri o riunioni, le modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell’ambito dell’emergenza COVID-19
“.

Articoli correlati

Cinese aggredito in un bar: denunciato il responsabile

Redazione

Rapina al bar: individuato uno dei due banditi grazie ai Ris

Redazione

Travolto da un tronco mentre taglia la legna

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più