9 C
Bassano
28 Novembre 2020
Alto Vicentino Cronaca Cronaca Alto Vicentino

Profugo viaggia dalla Grecia a Zanè sotto il semirimorchio di un camion

ZANE’. Domenica, ore 9,50 in via Roma, davanti alla chiesa, poco prima dell’inizio della messa alcune persone non credono ai proprio occhi: da sotto il semirimorchio di un autoarticolato esce un uomo.

Si trattava di un clandestino, tutto sporco di olio. E’ stato accompagnato al patronato e rifocillato con una bevanda calda. Il sindaco di Zanè, Roberto Berti, ha richiesto l’intervento della Polizia Locale.

Il camion bulgaro, condotto da un autista greco, era partito da Patrasso venerdì 25 e sbarcato a Venezia alle 8 di domenica. Carico di 120 quintali di peperoni in fusti, avrebbe dovuto consegnarli ad una ditta del Thienese.

Il profugo, un 29enne di nazionalità afgana proveniente dalla provincia di Kapisa (nord est di Kabul), ha dichiarato il proprio stato di indigenza chiedendo asilo politico e protezione internazionale.

Come da disposizioni della Prefettura e della Questura di Vicenza, dopo la procedura di identificazione ed averlo ulteriormente alimentato e rifocillato, l’uomo è stato accompagnato in un’idonea struttura per l’accoglienza, in attesa dell’avvio delle procedure previste dalla normativa.

Il profugo risulta essere salito nell’intercapedine sopra l’asse posteriore del semi-rimorchio già da Patrasso ed essere rimasto lì per due giorni, fino a Zanè.

 

Articoli correlati

Restaurati i cannoni del sacrario SS. Trinità

Redazione

L’auto svolta, impatto inevitabile con l’Harley

Redazione

Rocky colpisce ancora: giovane spacciatore nei guai

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più