9.2 C
Bassano
21 Ottobre 2020
Attualità Attualità Bassano Bassano

Racconti inediti di storia locale

MAROSTICA. Tre venerdì dedicati alla storia. Ritorna a Marostica una nuova, attesa edizione di “Quattro passi nella storia”, la rassegna promossa dal Gruppo Storia in collaborazione con il Comune di Marostica, che si svolgerà alla Chiesetta San Marco, con inizio alle ore 20.30 ed ingresso gratuito.

Venerdì 9 ottobre Nicola Tonietto presenta “La genesi del Neofascismo in Italia”. Partendo dal fondamentale lavoro di Giuseppe Parlato Fascisti senza Mussolini, l’autore spinge la propria ricerca fino agli anni Cinquanta, quando il Movimento Sociale Italiano ottiene la legittimazione nella politica nazionale, anche grazie a prese di posizione come quella sull’italianità di Trieste. È proprio verso la città friulana che l’autore rivolge uno sguardo privilegiato, essendo stata fondamentale nella propaganda neofascista, non solo simbolo ma anche terreno di lotta per il partito tra la fine degli anni Quaranta e la prima metà degli anni Cinquanta. Grazie alla ricca documentazione d’archivio, italiana e straniera, la ricerca segue i percorsi e le reti di quanti si mossero nel solco dell’eredità fascista. In particolare, lo studio svolto sul materiale presente soprattutto negli archivi internazionali, ha permesso di tracciare un primo tentativo, da parte dei neofascisti, di ricostruire dei rapporti con la politica estera. Un particolare approfondimento riguarda il monitoraggio dei gruppi di destra da parte delle autorità di polizia e degli ambienti politici nazionali e angloamericani, nonché le differenze e tensioni interne al Movimento Sociale Italiano, che si rifletterono nelle posizioni assunte rispetto ai grandi temi della politica nazionale e internazionale.

Venerdì 16 ottobre Alessandro Maroso presenta “Le cartoline di Azzolin Camillo dal campo di prigionia. Vite parallele, destini comuni” (terzo numero di “Schegge di storia” anno 2019, pubblicazione annuale, a cura dell’Associazione Ricercatori e Amici della Storia Marostica). La pubblicazione nasce dal fortuito ritrovamento di alcune cartoline scritte da un alpino di San Luca dal campo di prigionia in Austria. Un caso di omonimia allarga le ricerche sino ad intrecciare due storie vissute da due alpini di San Luca, combattenti in Ortigara nello stesso periodo, ed entrambi catturati ed inviati in due distinti campi di prigionia. 

Infine venerdì 23 ottobre, l’autore Vittorio Brunello presenta “Bosco nero e altri racconti”, moderato dallo storico Francesco Tessarolo. Si tratta di un libro di memorie e di passione. La rievocazione della Resistenza nelle nostre contrade ha col tempo perso il sapore della quotidianità e del senso dei sacrifici sopportati da una generazione di giovani determinata a combattere per la liberazione dalla guerra. È una lettura laica di quelle vicende, basata su fatti reali e rimasti indelebili nella memoria dell’autore. Viene dal basso, cioè dalle esperienze di ragazzi, in gran parte contadini e prevalentemente senza alcuna esperienza militare, trovatisi intrappolati in un conflitto dalle dimensioni apocalittiche. Un tuffo in un passato di cui abbiamo bisogno per avere consapevolezza del benessere raggiunto in più di settant’anni di pace.

Per partecipare agli incontri è obbligatoria la prenotazione (tel. 0424 479120 – 22 – 28) ed il rispetto delle normative vigenti in materia di COVID-19 (distanziamento sociale, uso della mascherina, igiene delle mani, controllo della temperatura). Entrata libera fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Articoli correlati

La nuova maglia del Bassano fa omaggio al ponte e ai tifosi

Redazione

Cane e proprietario bloccati in un dirupo

Redazione

Tutti a passeggio con Babbo Natale

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più