18.9 C
Bassano
25 Giugno 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

Reddito di cittadinanza anche a uno spacciatore e al titolare di sei società

La Guardia di Finanza ha individuato nove casi di illecita percezione del reddito di cittadinanza in provincia di Vicenza, per un ammontare complessivo di 50.000 euro.

Nel corso dei controlli, eseguiti nei giorni scorsi nel capoluogo ed in alcuni comuni della provincia, i finanzieri hanno riscontrato irregolarità nelle dichiarazioni e nei documenti allegati alle richieste presentate dagli interessati all’Inps. I controlli eseguiti hanno riguardato percettori di reddito di cittadinanza, e loro nuclei familiari, localizzati nei comuni di Vicenza, Altavilla Vicentina, Montebello Vicentino, Recoaro Terme, Schio, Pojana Maggiore, Lonigo ed Asiago.

All’esito dei controlli le Fiamme Gialle vicentine hanno proposto all’Inps il blocco di nove distinte posizioni ed il recupero delle indebite percezioni per un totale pari a 50.000 euro.

In un caso il percettore, residente a Vicenza, dopo avere ottenuto il reddito di cittadinanza ha avviato un bar ad Altavilla, omettendo di comunicare all’Inps la sopraggiunta variazione e continuando così a percepire le erogazioni mensili. In un altro caso, a Montebello, il percettore aveva omesso di dichiarare di avere la rappresentanza legale di sei società di capitali. A Lonigo un cittadino ha nascosto all’Inps di essere stato posto in detenzione domiciliare per spaccio di stupefacenti e detenzione illegale di arma.

Articoli correlati

Microtelecamere sulla divisa per le forze dell’ordine

Redazione

Per tre anni niente dichiarazione dei redditi: sequestrati 50 mila euro

Redazione

A Campo Marzo un presidio della polizia locale

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più