18.2 C
Bassano
20 Giugno 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

Scarcerato da poche settimane, viene arrestato per violenze sulla madre e sulla sorella

BRESSANVIDO. Alle 2 di notte i carabinieri hanno arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia D.R., 49 enne di Bressanvido, nullafacente, scarcerato da poche settimane per analoghi reati.

La pattuglia di Sandrigo era intervenuta nella casa di N.A., anziana 88enne che vive con la figlia 57nne e l’altro figlio malato 59nne, poiché la persona arrestata, in preda ai fumi dell’alcool per l’ennesima volta, aveva trascinato giù dal letto l’anziana madre facendole sbattere la testa sul pavimento, stava spaccando tutte le suppellettili presenti in casa e continuava a minacciare di morte la sorella maggiore.

Fortunatamente quest’ultima è riusciva a correre all’esterno dell’abitazione chiedendo aiuto ai carabinieri, i quali sono intervenuti tempestivamente assieme a personale del Suem. D.R., in stato di evidente ubriachezza, ha sfidato a parole gli stessi militari, continuando a minacciare di morte la sorella lì presente, alla quale attribuiva la colpa di averlo fatto rinchiudere in carcere per tre anni.

Già nel 2015 il Tribunale di Vicenza, sulla scorta delle denunce per le continue vessazioni, offese minacce, lesioni e maltrattamenti subiti da diverso tempo sia dalla madre che dalla stessa sorella, aveva emesso la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento, poi aggravata con la misura cautelare in carcere a seguito delle diverse violazioni commesse.

Dopo aver accertato che le due donne e l’altro figlio fossero in buona salute, il figlio violento è stato arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia, ed associato alla Casa Circondariale di Vicenza.

 

Articoli correlati

Rumeni bloccati dalla polizia: nel furgone numerosi alimenti rubati nei negozi

Redazione

Perde la vita a 24 anni precipitando dalla Strada delle Gallerie

Redazione

Vino alterato con lo zucchero: manager vicentino in manette e due bassanesi indagati

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più