18.2 C
Bassano
20 Giugno 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Si vendica di una multa e hackera il profilo “Google” dei vigili

CASSOLA. Cosa pensereste se un ladro lasciasse il suo bigliettino da visita, con tanto di contatti e indirizzo, sul luogo del furto? Di certo che non si tratta di un “genio del crimine”. Più o meno la stessa cosa è successa ad A.M., un quarantenne di Cassola che ha deciso di hackerare il profilo della polizia locale di Treviso su “Maps” usando il proprio account di Google. L’autore del gesto scellerato si sarebbe voluto vendicare di una multa per eccesso di velocità immortalata da un autovelox in tangenziale. E allora, incurante del fatto che sarebbe stato rintracciato con facilità, ha prima inviato un’e-mail di minaccia ai vigili e poi ha modificato la loro denominazione sulla pagina di “Google Maps”, aggiungendo il termine “mafioso” accanto al nome del comando di polizia locale.

Lo ha reso noto ieri il Comune di Treviso in un comunicato stampa in cui si legge che l’e-mail «conteneva una serie di insulti, minacce e auguri di morte agli uomini della polizia locale e alle loro famiglie, oltre a pesanti insulti alla città di Treviso. La mail si chiudeva con una esaltazione di memoria fascista». Gli investigatori della polizia giudiziaria sono intervenuti subito, accertando anche la modifica sulla pagina di “Google Maps” ed avviando una serie di verifiche incrociate dei dati in loro possesso. L’autore è stato quindi facilmente identificato, anche perché a tradirlo ha contribuito un commento, sempre postato sul profilo Google della polizia locale, nel quale il quarantenne cassolese dava dei “mafiosi” a tutti i vigili di Treviso. A questo punto non è esclusa la costituzione di parte civile da parte dell’Amministrazione comunale per la tutela della propria immagine.

Articoli correlati

In arrivo un nuovo varco per individuare i veicoli non in regola

Redazione

Gatto ucciso per dispetto: cadavere esposto fuori dal bar

Redazione

Investe sulle strisce padre e figlio e non si ferma: rintracciato e denunciato

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più