19.6 C
Bassano
21 Settembre 2021
Bassano Cronaca Cronaca Bassano

Sigilli al “Terzo Ponte”

BASSANO. Avventori privi della tessera di socio, non rispetto di alcuni adempimenti previsti dalla normativa, in particolare quella che disciplina le associazioni, ovvero i circoli privati. E’ quanto rilevato dal commissariato di polizia di Bassano durante un sopralluogo lo scorso 27 dicembre al locale “Terzo Ponte” di via della Ceramica a Marchesane.

Ne è seguito il provvedimento di sequestro preventivo dell’attività, che secondo le contestazioni, avallate dalla procura della Repubblica di Vicenza, si sarebbe configurata come quella di un normale esercizio pubblico anziché di un circolo culturale riservato i soli possessori di una tessera di socio, cosa che il terzo Ponte risulta essere. Gli agenti del commissariato hanno riscontrato che molti clienti neppure sapevano di trovarsi nella sede di un’associazione, di qui i sigilli e la denuncia dei responsabili.

Che così si difendono:
Il Terzo Ponte ha piacere di dare informazioni chiare a riguardo del blocco a scopo preventivo sulle attività ed eventi dell’Associazione. Terzo Ponte è un circolo privato, un luogo a Bassano dove da due anni siamo riusciti a unire teatro, musica, gusto, divertimento e cultura in un modo tutto nuovo per questa città. I soci fondatori hanno trovato un vecchio capannone, l’hanno ristrutturato e sono riusciti nel pieno della legge ad avviare un’associazione culturale. Mai c’è stato scopo di lucro nelle nostre attività, ma un ovvio e a dir poco scontato bisogno di sostenere le spese, perché ora come mai prima è necessario ribadire che: siamo un’associazione pienamente in regola con le normative fiscali e retributive, fiscalizzata a tutti gli effetti, e come tutti voi con grande fatica riesce a far quadrare i conti a fine mese. Mai è stato creato un utile e mai è stato un nostro obiettivo. L’unico scopo è la sua sostenibilità. Siamo certi di aver rispettato la legge, di aver regolarizzato i nostri soci e come da precedenti controlli, risultati positivi [negativi? ndr], disponiamo di tutti i documenti, licenze e agibilità che ci hanno permesso l’apertura per due interi anni. Le uniche agevolazioni di cui disponiamo si concretizzano in una scontistica sulle tariffe Siae che ci hanno sempre permesso di offrirvi musica a contributi bassissimi, spesso gratuitamente, cosa sempre apprezzata dai nostri soci. Sono stati due anni difficili, che alcune volte ci hanno messo a dura prova ma non abbiamo mai mollato perché crediamo nel nostro progetto e pensiamo sia possibile proporre un modo diverso di unire cultura e divertimento”.

Articoli correlati

Finte inserzioni di vendita: due denunciati per truffa

Redazione

Il Comune di Marostica acquisisce il rifugio antiaereo del Monte Pausolino

Redazione

Entra con l’auto dentro il cimitero e danneggia dieci tombe

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più