18.6 C
Bassano
6 Agosto 2021
Cronaca Cronaca Vicenza Vicenza

Stanati 13 tassisti abusivi

VICENZA. Sono 13 i tassisti abusivi individuati, cinque dei quali sanzionati, nei giorni scorsi dalla polizia locale a seguito di un’operazione che si è svolta nella zona di viale Milano da fine agosto ai primi di settembre. Per loro è scattata la contestazione della violazione dell’articolo 86, comma 2, del codice della strada che prevede una sanzione amministrativa da 1.816 a 7.264 euro, il sequestro del veicolo ai fini della confisca e la sospensione della patente da 4 a 12 mesi. I verbali verranno inviati alla prefettura che determinerà la relativa sanzione.

La situazione era stata segnalata anche da Confartigianato Vicenza che, facendo proprie le istanze della Cooperativa Tassisti Vicenza (CO.TA.VI.), aveva evidenziato il protrarsi del fenomeno dell’abusivismo dei taxi che, sommato all’emergenza sanitaria, aveva portato a un crollo del fatturato di oltre il 70 per cento.

L’indagine, che si è svolta in collaborazione con le pattuglie sul territorio, ha portato all’individuazione di 13 veicoli adibiti a servizio di taxi abusivo e all’identificazione dei rispettivi conducenti, tutti tra i 48 e i 64 anni, che dalla tarda mattinata a notte inoltrata sostavano, con i propri mezzi, lungo viale Milano, nel tratto compreso tra piazzale Bologna e il call center, e attendevano i propri “clienti” seduti sui new jersey in cemento dell’area di servizio presente.

I clienti contattavano il tassista abusivo telefonicamente o di persona durante la sosta nei pressi di viale Milano. Dopo la telefonata, il conducente saliva a bordo del proprio veicolo e si dirigeva a prelevare una o più persone in luogo prestabilito per poi portarle a fare commissioni o accompagnarle fuori Comune.

Tra i “clienti” che avevano usufruito del “servizio” sentiti a verbale dagli agenti, si è riscontrata una minor collaborazione tra quelli di sesso maschile, alcuni dei quali noti come persone dedite ad attività illecite, i quali hanno riferito di non aver mai pagato nulla ma di aver ricevuto solo un aiuto da parte di connazionali.

Più collaborative, invece, sono state le donne le quali hanno dichiarato che il servizio “usufruito” era a pagamento con tariffe variabili tra i 5 e i 15 euro a seconda del posto da raggiungere e del tempo impiegato.

L’operazione della polizia locale contro i tassisti abusivi proseguirà anche nelle prossime settimane.

Articoli correlati

Titolare di una nota concessionaria si schianta con l’aliante

Redazione

Mannoia e Gazzè le star di “Vicenza in Festival”

Redazione

E’ morto don Giuseppe Stoppiglia, il fondatore di Macondo

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più