5.3 C
Bassano
1 Dicembre 2021
Alto Vicentino Bassano Castelfranco Cronaca Cronaca Alto Vicentino Cronaca Bassano Cronaca Castelfranco

Tornado di ottobre: 100 mila euro dalla diocesi per progetti lavorativi di ripristino

Dalla Diocesi di Padova arriva una mano all’occupazione e ai territori colpiti dagli straordinari eventi climatici di ottobre. La curia infatti ha destinato 100 mila euro per creare quaranta opportunità lavorative della durata di sei mesi, destinate a persone disoccupate in situazione di disagio nel Bassanese e in altri comuni della fascia montana e pedemontana del Vicentino.

I progetti di lavoro, che dovrebbero partire in primavera e potranno essere finanziati anche interamente da questo Fondo, andranno ad attivare tirocini semestrali per potenziare e supportare interventi, coordinati da Comuni, Unioni di Comuni o Comunità montane, di riordino forestale, cura dei boschi, ripristino della viabilità di strade e sentieri, pulizia, rimozione di piante dai corsi d’acqua.

I Comuni interessati sono Asiago, Bassano del Grappa, Campolongo sul Brenta, Cismon del Grappa, Conco, Enego, Fara, Foza, Gallio,  Lusiana, Marostica, Molvena, Pove del Grappa, Roana, Romano d’Ezzelino, Rotzo, Salcedo, San Nazario, Solagna, Valstagna, Borso del Grappa, Crespano del Grappa, ma anche gli altri Comuni vicentini di Caltrano, Calvene, Cogollo del Cengio, Lastebasse, Lugo di Vicenza, Piovene Rocchette e Valdastico. Il progetto è stato esteso inoltre ad Alano di Piave, Arsiè, Fonzaso, Quero-Vas, Segusino, Valdobbiadene.

La proposta e le modalità di adesione e di finanziamento a questo progetto saranno presentate mercoledì 6 febbraio, alle ore 14.30, nella sede dell’Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, in piazza Stazione 1 ad Asiago e venerdì 15 febbraio, alle ore 14.30, nella sede dell’Unione Montana Valbrenta, in piazza 4 Novembre 15 a Carpanè di San Nazario.

«Abbiamo desiderato dare un segnale di vicinanza alle parrocchie, alle famiglie e alle comunità danneggiate dai drammatici eventi dello scorso ottobre – commenta il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla –, e abbiamo pensato allo strumento del Fondo Straordinario di Solidarietà per il Lavoro come possibilità per un gesto di solidarietà, che da un lato offre una possibilità lavorativa a persone disoccupate e disagiate e dall’altro favorisce il ripristino di aree e strutture così duramente danneggiate. A questo proposito abbiamo stanziato un primo contributo di 100mila euro. È un piccolo segno che si affianca ai più consistenti interventi in carico alla Regione, ma ci auguriamo possa stimolare un circuito virtuoso di azioni coordinate che allevino le sofferenze di famiglie e comunità e offrano anche possibilità di inserimento lavorativo».

La modalità di accesso alle manifestazioni di interesse da parte di Comuni, Unioni di comuni e Comunità montante del territorio della Diocesi di Padova è la medesima per le altre iniziative avviate negli anni dal Fondo di solidarietà per il lavoro, tramite il portale: https://www.fondazionecariparo.it/iniziative/fondo-straordinario-di-solidarieta-per-il-lavoro/.

Articoli correlati

Rapid, il software che “legge” l’ictus in meno di due minuti

Redazione

Insegnante positiva al Covid: sospeso il centro estivo e bambini in isolamento

Redazione

Boscaiolo travolto da un albero

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più