11.2 C
Bassano
26 Febbraio 2020
Alto Vicentino Attualità Attualità Alto Vicentino

Una micro-vacanza teatrale di 24 ore per “abitare” il racconto

Ad Operaestate arriva il nuovo esperimento di “Teatro panoramico” dei Fratelli Dalla Via: “Piccolo mondo alpino XL”, un’esperienza teatrale di 24 ore, da sabato 7 alle 15 a domenica 8 settembre, a Tonezza del Cimone. Un invito ad abitare letteralmente un racconto, attraverso un’escursione, una cena e il pernottamento nel luogo in cui è ambientato. Un evento inserito nel ricco cartellone di Operaestate Festival, in collaborazione con il Comune di Tonezza del Cimone.

In questo spettacolo, i Fratelli Dalla Via ci raccontano due montagne: quella delle cartoline e quella reale; quella dei villeggianti e quella dei montanari. Protagonista del racconto è un piccolo comprensorio sciistico e l’umanità che vi gira attorno: i fratelli Elsa, Ennio, Alberto e Bertilla gestiscono insieme l’albergo avuto in eredità dai genitori. Conoscono a memoria il piccolo mondo alpino che recitano ogni giorno, ma, in un particolare giorno, la consueta commedia del “montanaro felice” non è in cartellone…
Piccolo Mondo Alpino, prima creatura teatrale dei Fratelli Dalla Via, affonda le sue radici a Tonezza del Cimone. Ed è proprio a Tonezza che lo spettatore viene invitato a tuffarsi nella storia: come un panorama dalla cima della montagna, il racconto si apre e lascia entrare gli spettatori, per 24 ore, in una strana cartolina.

Escursione, cena, pernottamento: tutto diventa parte dell’esperienza narrativa. Un esperimento di “teatro panoramico”, che vuole estendere lo spazio e il tempo della rappresentazione, anche a personaggi altri, a diverse ispirazioni.
Gli spettatori vengono invitati ad immergersi nella materia teatrale, ad abitare per un giorno e una notte l’ambiente del racconto, mentre realtà e narrazione si alimentano a vicenda, si influenzano, si scambiano i ruoli. Al termine, artisti e spettatori abbandonano lo spazio protetto del teatro per continuare a sperimentare la vita e le sue possibilità.

Una suggestiva “versione panoramica” dello spettacolo vincitore del Premio Kantor 2010, per celebrare le meraviglie naturalistiche di Tonezza del Cimone e allargare gli orizzonti del teatro e della narrazione.

Articoli correlati

“Valentina, una vita con Crepax”

Redazione

Con l’auto come ariete contro la vetrata di una profumeria

Redazione

Antonello Venditti, sold out il concerto di Marostica

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più