6.9 C
Bassano
28 Novembre 2021
Attualità Attualità Vicenza Vicenza

Vicenza Jazz fa il pieno di eventi: in agenda 140 concerti

VICENZA. A pochi giorni dall’inizio, con un prologo che si terrà a Thiene il 10 maggio e poi dall’11 con l’arrivo vero e proprio a Vicenza, l’edizione 2018 del festival New Conversations – Vicenza Jazz aggiorna i propri contenuti, rivelando per intero la sua programmazione: ai concerti principali già annunciati che si terranno nei teatri e al Jazz Café Trivellato – Bar Borsa, si aggiunge una miriade di live ed eventi vari diffusi su tutto il territorio cittadino, tra piazze e strade del centro, palazzi storici, il Cimitero Maggiore e numerosi locali. L’asticella raggiunge quota 140 spettacoli, concentrati in una decina di giorni, sino al 20 maggio.

All’interno del corposo programma principale poche sono le modifiche rispetto ai nomi inizialmente annunciati. Sfumata la possibilità di realizzare un film sulla residenza vicentina della Sun Ra Arkestra, le due date all’Olimpico (11 e 12 maggio) della storica formazione sono comunque confermate, con un organico che conserva i suoi punti di forza, in primis la presenza direttoriale del sassofonista Marshall Allen, membro dell’Arkestra sin dagli anni Cinquanta ed erede effettivo del lascito musicale di Sun Ra.

Ha trovato poi una collocazione definitiva il concerto della norvegese Trondheim Jazz Orchestra, che si terrà sabato 19 maggio a mezzanotte presso il Foyer del Teatro Comunale: pur mancando ancora una giornata alla fine della kermesse jazzistica, sarà una sorta di serata festiva a coronamento di questa ventitreesima edizione.

Tra le decine di appuntamenti che faranno da corollario ai grandi concerti in teatro, si segnalano gli appuntamenti sulla terrazza Mazzini 39 del Teatro Comunale, concerti-aperitivo con aggiunta di vista panoramica sulle mura storiche della città: il 16 con il quintetto del sassofonista Daniel Varga, il 17 con il progetto Awake del chitarrista Joe Clemente, il 18 con il quartetto del trombettista Fabrizio Gaudino.

Alla scuola di musica Thelonious sarà invece affidata la cura di JazzIn’ Basilica, mini rassegna all’interno del festival, con appuntamenti tardo pomeridiani ospitati nella magica cornice della Basilica Palladiana: il 13 con il quintetto di Alex Sipiagin e Michele Calgaro featuring Robert Bonisolo, il 15 con il TheloniouSchool Quintet e Paaldamaframa, il 16 con l’East & West Quintet, il 17 con una selezione di varie band afferenti alla scuola di musica Thelonious, il 18 con la Thelorchestra diretta da Ettore Martin).

Oltre che nell’aggiunta di contenuti al cartellone, il festival vicentino avanza rapidamente anche nei risultati delle prevendite. Tra gli artisti selezionati dal direttore Riccardo Brazzale stanno già andando verso il tutto esaurito i Manhattan Transfer (18 maggio al Teatro Comunale), l’accoppiata Joe Lovano & Dave Douglas (il 13 al Teatro Olimpico), la prima delle due date della Sun Ra Arkestra (l’11 all’Olimpico). Anche le serate all’Olimpico col pianoforte al centro della scena stanno registrando molto interesse da parte del pubblico: il doppio set con Tigran Hamasyan in solo e a seguire Randy Weston in duo con Billy Harper (il 19) e quello con le proposte musicali di Enrico Pieranunzi e Dado Moroni (il 15).

Il Festival New Conversations – Vicenza Jazz 2018 è organizzato dall’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, in coproduzione con Trivellato Mercedes Benz e in collaborazione con il Bar Borsa.

 

Articoli correlati

Incastrato nell’auto dentro il canale pieno d’acqua

Redazione

‘Ndrangheta nel Veneto, perquisizioni anche a Vicenza

Redazione

Una mazza da baseball nel bagagliaio gli costa una denuncia

Redazione

Lascia un commento

* Usando questa form acconsenti al salvataggio e l'utilizzo dei tuoi dati in questo sito.

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Accetta Leggi di più